Lettera agli insegnanti

Lettera alle insegnanti e agli insegnanti

Care insegnanti, cari insegnanti,
siamo all’opera per organizzare al meglio la 4a edizione del “B-Book Festival” che, anche questa primavera, si svolgerà alla Città dei Ragazzi. Quest’anno abbiamo deciso di dare un tema al “B-Book”. Vogliamo chiamarlo scherzosamente il festival dell’archilettura.

  • Perché la lettura è come un arco teso, che deve proiettarci in avanti, senza paura.
  • Perché vogliamo ragionare insieme sui luoghi della lettura.

Quali sono?
Sono ben valorizzati?
Si può leggere dappertutto o i libri hanno bisogno di una casa, per difendersi, anche loro, dalle giornate di freddo e di pioggia?

  • Ma può anche essere che il libro stesso sia una casa? Magari senza soffitto e senza cucina, ma ugualmente molto carina?

Riteniamo importante, nell’avvicinarsi delle date del festival, il 7, 8 e 9 maggio 2018, iniziare dalla semina, ovvero dalla lettura. Scegliete quindi un libro da leggere, in previsione dell’incontro con l’autore o l’autrice nelle giornate del festival.

Continuiamo con la cura del germoglio.
Dopo la lettura in classe, tirate fuori dal libro un luogo: che sia reale o di fantasia. Lo si può fare con ogni alunno, singolarmente. Oppure con tutta la classe, in maniera collettiva e partecipata.

Provate anche a chiedervi:
Qual è la struttura del racconto?
Ogni storia, in fondo, è come una casa. C’è una struttura che sorregge il tutto. Ci sono diversi ambienti, senza dimenticare le finestre e i balconi. Ma soprattutto ci sono persone che vivono i luoghi.
E allora: quali sono gli spazi del racconto? Si tratta di luoghi accoglienti o un po’ disadorni? Ordinati o disordinati?
Com’è la facciata del racconto?
E di che materiale è fatto? Parole dure come il cemento, flessibili e naturali come il legno o antiche come le pietre?
Che oggetti ci sono dentro?
Vien voglia di uscire o di abitarci?
C’è il caminetto?
E come sono i personaggi che vivono gli spazi di un racconto?

E finiamo, giustamente, con la raccolta dei frutti: alla conclusione del percorso di lettura, il giorno dell’incontro programmato al “B-Book Festival”, sfruttate al meglio l’opportunità di mostrare le vostre riflessioni all’autore o all’autrice del libro che avete scelto.

I contributi (scritti a mano o digitati sul Pc) potranno essere inviati per e-mail a staffbbook@gmail.com, così da inserirli sul sito e sul blog di “B-Book” ed essere affissi nei luoghi del festival, ovvero negli spazi della Città dei Ragazzi di Cosenza. Ma anche in qualche luogo che non ti aspetti.

Non vediamo l’ora di incontrarvi!
Per rendere questo appuntamento primaverile ancora più ricco di significati e per fare in modo che “B-Book” sia una casa per chi, come voi, non smette mai di viaggiare con i libri, sentendosi a casa in ogni luogo.

Scarica al seguente link la scheda di adesione per le scuole, con i libri e gli autori dell’edizione 2018:

 https://bbookfestival.files.wordpress.com/2018/01/scheda-adesioni-scuole-b-book-2018.docx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...