Libri 2018

DANIELE ARISTARCO,
Io dico no. Storie di Eroica disobbedienza (Einaudi ragazzi, 2017)

Questo è un libro sulla libertà. Puoi leggerlo liberamente, saltando da una storia all’altra io dico no - Aristarcooppure puoi berlo tutto d’un fiato, come si fa con un romanzo. Un romanzo che inizia in un tempo lontanissimo e che arriva fino a oggi. Fino a te. Protagonista è l’umanità o, meglio, quegli uomini e quelle donne che chiamiamo “eroi”. Ciascuno di questi 40 personaggi ha modificato in maniera profonda la Storia. Non tutti hanno vinto la propria battaglia, ma ciascuno è riuscito a modificare il nostro modo di pensare. Questo è un libro sulla libertà, puoi leggerlo liberamente o puoi scegliere di non leggerlo. Se lo farai, saprai qualcosa in più su questo bene prezioso. Conoscerai i trionfi e le cadute delle donne e degli uomini che hanno avuto il coraggio di dire “No”, che hanno vissuto e lottato per la libertà. E soprattutto capirai che adesso tocca a te.
IV-V elementare

GABRIELE CLIMA,
Il sole fra le dita  (San Paolo, 2016)

il sole fra le dita - climaDario ha sedici anni. È un tipo difficile da trattare, ne sanno qualcosa i suoi insegnanti. Vive con la madre con la quale comunica poco o nulla. Il padre non c’è più, ha abbandonato la famiglia quando Dario era solo un bambino portando via con sé gli ultimi ricordi felici e il suo rassicurante abbraccio. Da allora Dario vive allo sbando. A scuola, dopo l’ennesimo scontro, il preside decide di assegnarlo per punizione a un servizio di assistenza “volontario” a uno studente disabile. E così Dario conosce Andrea, detto Andy, immobilizzato su una sedia a rotelle e incapace di comunicare. Dario e Andy. Non potrebbero essere più diversi, ma una straordinaria avventura “on the road” ribalterà tutti gli schemi. Età di lettura: da 12 anni.

 Continua a camminare (Feltrinelli, 2017)

Una ragazzina cammina nella notte, diretta verso un campo militare. Sotto il niqab indossa una cintura esplosiva. Nello stesso momento, un ragazzino cammina nel deserto.continua a camminare - clima Come talismano ha un libro di poesie appartenuto al fratello. Scappa dalla guerra, vuole arrivare in Europa. Siamo a Raqqa, capitale del sedicente Stato islamico, occupata dagli uomini di Daesh. È qui che vivono Salìm e Fatma, che alternano le loro voci per raccontare la propria storia. Salìm ha tredici anni, è coraggioso e testardo, e ha visto morire l’adorato fratello sotto le bombe mentre entrambi erano impegnati a recuperare i libri dagli edifici sventrati. Il fratello era convinto che solo i libri potessero fermare i kalashnikov, “perché se salvi i libri, salvi la tua anima e il paese”, ma la guerra se l’è preso. Fatma ha tredici anni, gli occhi dolci come il velluto, che cercano la bellezza di Raqqa sotto la polvere e le macerie. Anche lei prova un amore incondizionato per suo fratello, che però è un fanatico del regime. È lui a convincerla a farsi esplodere, a sacrificarsi per la gloria di Dio. E Fatma e Salìm camminano, quella notte, lei verso la morte, lui verso una nuova vita.
(Tutto il ciclo delle medie)

MICHELE D’IGNAZIO
Storia di una matita. A casa (Rizzoli, 2018)

È da tempo, ormai, che Lapo ha lasciato il suo paesino di campagna per trasferirsi in una Storia di una matita. A casa (Copertina)grande città e inseguire il suo sogno: diventare un illustratore. Le dolci colline, i campi di grano e il mare quieto di casa sua sono un ricordo sempre più lontano, fino a quando… Driiiiin! Lapo riceve una telefonata: suo padre, conosciuto da tutti come “Cespuglio di more” per via della sua chioma sempre più aggrovigliata, ha bisogno di lui. Per Lapo è giunto il momento di mettere i sogni da parte e tornare a casa. Ma ad aspettarlo c’è un’incredibile avventura, fatta di amicizie vecchie e nuove, di tramonti, di alberi speciali… e di matite colorate! Un tuffo nel passato e nella natura che svela a Lapo un profondo segreto: i sogni non vanno trascurati, ma coltivati, perché, proprio come piccoli semi, sono in grado di dare vita a grandi storie.

Il terzo episodio di una serie longseller. Un autore ormai consolidato e molto amato nelle scuole.
II- III – IV – V elementare

PAOLA FORMICA,
Orizzonti (Carthusia, 2015)
Lettura e Laboratorio

Un libro senza parole, le cui immagini raccontano una storia di fuga e di migrazione. orizzonti - formicaL’attraversamento del deserto, la spiaggia da cui partono le barche arrugginite, gli sguardi impauriti nella notte buia sull’oceano, l’infinito blu del mare, e poi di nuovo un’altra spiaggia. Ma proprio perché si tratta di un libro senza parole le interpretazioni delle immagini possono essere diverse, e aprire a tante riflessioni.
I-II-III elementare

Cuore di tigre (Carthusia, 2017)
La protagonista di questa storia trova dentro di sé la propria tigre e riesce a cavalcarla cuore di tigre - formicaper fuggire dal suo destino di sposa bambina. Un libro senza parole per scoprire il coraggio e la forza della libertà e del rispetto di sé.
IV-V elementare

 

MATTEO GUBELLINI
Se ti prendo, Sestante, 2016

se-ti-prendo-gubellini.jpgScivola fuori, assai lentamente
dal foglio fatato il drago possente
…ma anche i draghi  possenti possono avere pessime giornate!

 

Che piacere, signor Babau! ed. Bohem Press Italia, 2010

Cosa succede quando, di sera un armadio si apre piano piano? Succede che ne esce il che piacere signor babau - gubelliniBabau per terrorizzare i bambini. Ma Elio non si lascia intimidire, anzi lo accoglie e lo saluta con gentilezza: “Che piacere, signor Babau!”

Ed è l’inizio di un’amicizia che contagia la sorella Adele e tutti i loro amici. Ognuno vuole con sé il proprio Babau. I bambini sono felici: di notte dormono sonni tranquilli e di giorno giocano con i nuovi amici.

E i Babau? Loro sono tristi e non si divertono più. Nessuno ha più paura di loro! I bambini vorrebbero aiutarli, ma come? Ad Adele viene un’idea geniale…

Ho visto passare ed. La memoria del mondo, 2014

È il racconto di un viaggio in autobus di un bambino e di suo padre e dell’incapacità cheho visto passare - Gubellini gli adulti dimostrano nel comprendere il mondo dei bambini. Il libro si compone di coppie di illustrazioni. Nella prima immagine, il bambino vede cose fantastiche nelle situazioni e negli oggetti comuni. E lo dice al papà. Nella seconda immagine vengono mostrate le cose come le vede il bambino (in modo fantastico). Le parole di suo padre, che si lamenta sempre, e non capisce, completano il racconto. Un doppio piano di lettura, le immagini di Matteo Gubellini che comunicano moltissimo e le parole che stridono, un muro di gomma, quasi un ossimoro.
TUTTI i libri di Matteo Gubellini sono per la I elementare

 

Massimiliano Maiucchi

casa-cose MaiucchiCasa Cos’è

Il nuovissimo libro di Massimiliano Maiucchi interamente dedicato al tema delle “case” in tutte le sue accezioni: 36 filastrocche per descrivere e raccontare le case nel gioco, le case degli animali, le case della fantasia, le case nel mondo e le case dei bambini; perché la casa non è soltanto un luogo, la casa siamo noi: il nostro ambiente,  le nostre caratteristiche  e le nostre esigenze.

 

Susanna Mattiangeli
Avete visto Anna? (Il castoro, 2017)

Anna è una bimba e una mattina si perde in un grande mercato. La mamma la cerca avete visto anna - mattiangeliovunque e chiede aiuto alle persone che incontra. Ma com’è Anna? Può sembrare una bambina come tutte le altre ma, proprio come tutte le altre, è unica e speciale. È soffice e morbida, ma anche ruvida e pungente. È molto, molto grande, ma a volte può entrare in una scatola… non c’è niente da fare: come lei c’è soltanto lei. Anna è unica e proprio per questo contiene infiniti mondi e meraviglie. Ci aiutate a cercarla?

Come funziona la maestra? (Il castoro, 2013)

Vincitore del Premio Emanuele Luzzati per l’illustrazione 2013
Un divertente e raffinato albo illustrato che parla ai bambini di oggi e… ai bambini di come funziona la maestra - mattiangeliieri.
“Dentro la maestra ci sono i numeri, le tabelline, i fiumi, i monti, l’orologio, i cinque sensi, l’uomo primitivo e tante altre cose che a poco a poco finiscono anche dentro ai bambini.”

Ci sono maestre lunghe o maestre corte. Maestre larghe oppure sottili. Maestre scure, chiare, ricce, lisce, a pallini, a fiori, a spirali, a scacchi e in varie fantasie. Anche a righe e a quadretti, naturalmente. E dentro le maestre, invece, cosa c’è? Un ritratto gioioso e scanzonato di tutte le maestre. Guarda bene, e troverai anche la tua o quella che hai conosciuto da piccolo!
Un intero universo da scoprire, per giocare con la curiosità dei bambini e sorridere insieme a loro sul mondo della scuola. Dedicato a una delle persone più importanti nella vita di ogni bambino.

Uno come Antonio (Il castoro, 2018) Esce a marzo

 uno come antonio - mattiangeli

EMANUELA NAVA,
Nel Pancione della Mamma (Lapis, 2016)nel pancione della mamma - nava

Nel pancione della mamma ci sono molti tesori: una bambina che nuota come un pesce e un regalo che lei stringe tra le mani. Un regalo per il fratellino che l’aspetta. Un regalo per andare lontano, molto lontano insieme.
I- II elementare

Il cielo non va mai a dormire
Storia di Emanuela Nava Illustrazioni di Patrizia La Porta (Carthusia 2017)

il cielo non va mai a dormire - navaAvete mai toccato il cielo con un dito, ondeggiato come vele al vento, fatto il solletico alle nuvole per far piovere? Se non avete ancora provato, giocate subito con Marianna, Liù, Mido e Gianni e le loro storie. Sono storie da leggere e rileggere, per scoprire insieme i segreti del nostro pianeta Terra: il tesoro più prezioso che abbiamo, un tesoro da curare e proteggere.
III – IV – V elementare

Coccodrilli a colazione

coccodrilli a colazione - nava
(Giunti junior, 2016)

Sono amici di penna, Eugenia e Chariza. Lei abita in Italia, lui in Africa

, nello Zimbabwe. Si raccontano un sacco di cose e parlano un po’ di tutto, soprattutto di quello che succede intorno a loro. Tra uno scherzo e una ricetta di cucina, Chariza, principe nero e non azzurro, racconta alla sua amica milioni di storie. Età di lettura: da 7 anni.

PINO PACE,
Mia mamma guida una balena, Lapis, (2017)

“Papà mi ha spiegato che la mamma è come il capitano di una nave che trasporta le mia mamma guida una balena - pacepersone importanti da un porto all’altro, facendo attenzione che arrivino a destinazione sane e salve”. Un albo sulla curiosità dei bambini sui mestieri e su tutto ciò che li circonda.
I, II, III elementare

L’ultimo elefante (Giunti junior, 2016)
Romanzo storico scritto in prima persona con lo stile vivace e ultimo elefante -paceappassionante di Pino Pace, è l’ideale per avvicinare i ragazzi alla storia antica.

La vicenda è ambientata nel 218 a.C., nel corso della seconda guerra punica. Mesilea (detto Mes) è un ragazzino che abita in un villaggio in quella che ora si chiama Provenza, in compagnia del suo cane Blez bada alle pecore. Rapito dai cavalieri numidi dell’armata del condottiero cartaginese Annibale Barca, viene incaricato di fare l’attendente al reparto degli elefanti, comandato da un gigante nero: Shafà. Mes non ha mai visto un elefante, all’inizio ha paura, ma grazie anche all’amicizia di Yann – un suo coetaneo – impara a conoscerli.
IV-V elementare

SONIA M.L. POSSENTINI,

Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie (Corsiero)
“Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll, uno dei classici della alice nel paese.. - possentiniletteratura per ragazzi più noti e amati, viene qui riproposto nella versione integrale del testo con la traduzione di Andrea Casoli e con la narrazione delle illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini.
dalla I alla IV elementare

 

La prima cosa fu l’odore del ferro” (Rrose Selavy, 2018)
Sonia Maria Luce Possentini – prima di diventare illustratrice – ha lavorato per qualche la prima cosa fu l'odore del ferro - possentinianno in una fonderia. Sonia racconta in prima persona quella esperienza, e la nostra meraviglia è di scoprirla anche sensibile scrittrice. In un posto dove il ferro ti rimane attaccato al corpo come un tatuaggio, lei cerca comunque la bellezza, «scintille di ferro come stelle dentro la polvere». Disegnare è un mezzo per scovarla, quella bellezza. Sonia ci accompagna, con una scrittura poetica e con immagini tra pittura e graphic novel, attraverso il percorso delle sue giornate, e trasforma quei momenti in un racconto, non più privato, ma condiviso. Otto ore di lavoro, cinque giorni alla settimana, due ore di macchina andata e ritorno nei larghi orizzonti emiliani. Un giorno arriva un cane. E accade qualcosa di magico.
 

ANNA SARFATTI
La Costituzione raccontata ai bambini (Mondadori, 2006)

Immagina le parole della Costituzione, tutte schierate nei loro 139 articoli, rompere le la costituzione - sarfattirighe e mettersi a giocare. Ecco che ogni articolo diventerebbe una filastrocca, una rima. L’articolo 1 reciterebbe così: “Democrazia vuol dire Popolo che decide – Che pensa, sceglie, elegge – Chi sono le sue guide”. E il bambino risponderebbe: “Noi a scuola usiamo la votazione – Per scegliere il gioco di ricreazione!”.

Se vuoi la pace… (Giunti junior, 2016)

In Se vuoi la pace lo spunto arriva dall’articolo art.11: ”L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni se vuoi la pace - sarfattiinternazionali rivolte a tale scopo”. La pace è una condizione che necessita di tanti elementi che si combinano insieme. Quest’idea è qui rappresentata dall’aquilone, la cui struttura è costituita da un patchwork di tessere colorate. In ciascuna doppia pagina si confrontano due temi opposti (coraggio/viltà; fedeltà/tradimento; aiuto/indifferenza), dei quali solo uno è funzionale alla pace, solo uno costituisce un tassello per la costruzione dell’aquilone della convivenza. In questo modo i bambini sono invitati a riflettere sul significato di concetti a volte da loro poco conosciuti e sul rapporto tra comportamenti positivi e negativi.

Diversi in versi
Una collana per leggere storie e rime e, insieme, conoscere a fondo le fondamenta del diversi in versinostro Paese: la Costituzione. La collana si presenta come una raccolta di agili volumi di storie e rime, ciascuno dei quali liberamente ispirato a un articolo della costituzione. Divertenti per un uso familiare, da leggere insieme a mamma e papà, sono anche interessanti per un uso all’interno del mondo della scuola, che in questi ultimi anni sta lavorando assiduamente sui valori della Costituzione. “Diversi in versi”: in questo titolo lo spunto arriva dall’articolo 3. Il volume contiene una storia in rima che racconta del buffo paese di Soffio, in cui ogni famiglia è diversa dall’altra e ogni cittadino è diverso dal vicino. Come fare fronte alla diversità? Età di lettura: da 6 anni.
Tutti i libri della Sarfatti per III – IV e V elementare

  MARCO TOMATIS,
 “Massimo da sistemare” (Giunti Junior, 2016)
Dalla penna della rodata coppia Loredana FrescuraMarco Tomatis, è il diario di Massimo, che con tono buffo e coinvolgente racconta del suo piccolo problema con la massimo da sistemare - tomatisscuola.

A volte mantenere l’attenzione e la concentrazione non è facilissimo, anche se in molti casi si tratta solo di una fase della crescita. E Massimo in effetti non riesce proprio a stare fermo sulla sedia, fischietta e fa rumore, disturbando i suoi compagni e la maestra… Insomma, è proprio un bambino da sistemare!
III, IV e V elementare

Ti volio tanto bene, Piemme 2016

ti volio tanto bene - tomatisMarvi ha dieci anni. Michele undici. A Marvi, Michele piace molto, ma c’è un problema: non sa come dirglielo. Soprattutto perché è dislessica e quindi ha difficoltà a leggere e scrivere anche un testo semplice come un sms. Lei però non si lascia scoraggiare e si mette a cercare modi nuovi e originali per comunicare con il suo amico… Età di lettura: da 9 anni.

ANDREA VALENTE
UN’IDEA TIRA L’ALTRA (Lapis, 2017)
Dalla ruota a Pac-Man, dalla fisarmonica alla carbonara: ventiquattro racconti tra un'idea tira l'altra - valentecronaca, leggenda e fantasia su inventori notissimi e altri quasi sconosciuti che hanno fatto la storia del mondo, dal tempo dei Sumeri ai giorni nostri. Questo libro è consigliato per chi pensa in grande anche nelle piccole cose, per chi ascolta la radio e chi guarda la TV, chi mangia la pizza e chi beve il caffè, chi scrive con la stilografica e chi con la penna a sfera, chi viaggia in metrò e chi in mongolfiera, chi è bravo con i numeri, chi preferisce le lettere dell’alfabeto… ma anche per chi ha semplicemente voglia di leggere un po’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...